jazyk italština   jazyk čeština   jazyk němčina   jazyk němčina   jazyk polština   jazyk španělština   jazyk němčina

Cosa fotografare quando non possiamo uscire e dobbiamo rimanere a casa?

Dettagli di piante e fiori in controluce

Il controluce si ottiene semplicemente posizionando la pianta sul davanzale della finestra. O quando ci sediamo nella vasca da bagno e scattiamo foto contro la finestra a tetto apribile 🙂

Come puoi vedere nella foto sopra, in questo caso il sole splendeva diretto sul fiore di casa. Questo ha splendidamente dettagliato la struttura della foglia ed è venuta questa foto.

Avevo impostato la fotocamera su ISO 160, diaframma 7,1 e tempo 1/125. La lunghezza focale era di 105 mm. Per immagini simili consiglio di scattare foto perpendicolari alla foglia e con un valore di apertura leggermente maggiore. Questo rende la foglia molto nitido in tutta la foto. Se avessi scattato la foto con una angolazione diversa, sicuramente parte della foglia sarebbe sfuocata.


Ora la stessa identica procedura, solo con una leggera differenza. Questa volta non c’era il sole diretto sull’orchidea (i suoi fiori).

Basta trovare una finestra in cui il sole non batte diretto e puoi scattare foto. Usando la compensazione dell’esposizione impostata su valori positivi, ho scattato questa foto in high key. Tempo di esposizione 1/200 sec., Diaframma F = 2,8 e ISO 1600. Lunghezza focale 105 mm.

La tecnica high-key è adatta per scattare foto di fiori luminosi e ritratti di giovani. In poche parole, sono foto molto luminose, dove sono concesse le bruciature 🙂

È possibile scattare foto abbastanza buone con il cellulare, basta seguire la procedura sopra descritta. Avere un fiore all’ombra sul davanzale della finestra, e utilizzare la compensazione dell’esposizione sulla fotocamera o sul cellulare vuol dire che si desidera scattare foto molto luminose. Lo sfondo sarà quindi perfettamente bianco, perché all’esterno c’è molta più luce rispetto alla stanza in cui stiamo fotografando (ovviamente, non dobbiamo scattare di notte).

Frutti volanti

Quale frutto in particolare? Non importa. Fondamentalmente, dipende da quanto grande hai un bicchiere e da quanto vuoi pulire l’acqua versata. I ragazzi volevano fotografare prima una mela e poi un pompelmo. Fortunatamente, a casa avevamo solo le fragole (inoltre, congelate, quindi non potevo mangiarle durante il servizio fotografico).

Diamo prima un’occhiata a come abbiamo costruito la scena.

La cosa più importante in tutta la scena è Filip, che lanciava fragole nel bicchiere. E non era facile.

Ho attaccato il foglio bianco sul piano della cucina con del nastro adesivo. Per avere un semplice sfondo bianco pulito. Naturalmente, puoi anche utilizzare carta colorata per rendere la foto ancora più interessante.

Poiché stiamo riprendendo il movimento e vogliamo catturarlo fermo, dobbiamo scattare con tempi molto brevi. E questo è possibile solo quando c’è abbastanza luce. Ecco perché ho illuminato un po’ la scena con una lampada. Consiglio di puntarla sullo sfondo dietro il vetro. Altrimenti, il vetro avrebbe riflessi spiacevoli dalla lampada.

E gli obiettivi a sinistra e a destra non sono casuali. Puoi avere invece qualcosa di nero. Ad esempio, un cartone nero arrotolato. Per me, questa è stata la soluzione più rapida.

E perché li ho messi lì? Perché il loro colore nero si riflette sul bordo del vetro ed è molto più visibile nella foto. Guarda:

Se il vetro non avesse bordi neri (riflessi degli obiettivi neri), verrebbe perso nella foto. Questo è esattamente il modo in cui puoi scattare a qualsiasi oggetto di vetro su uno sfondo chiaro. Prova 😉

Il tempo delle foto sopra e sotto questo testo era 1/800 s, diaframma F = 3,5 e ISO 2000. La lunghezza focale 60 mm, ma non è così importante. Se non hai un obiettivo luminoso o non puoi utilizzare ISO così alti, devi solo scattare da qualche parte con più luce. Solo che probabilmente dovrai pulire l’acqua più spesso, perché è garantito che schizzerai dappertutto. Questo può essere visto nella prossima foto.

Per scattare queste foto ti darò un altro consiglio. Scatta con entrambi gli occhi aperti. Con un occhio, puoi facilmente controllare la composizione attraverso il mirino per vedere se hai il bicchiere nell’inquadratura e con l’altro puoi vedere quando il tuo assistente fa cadere la fragola. Io gli dicevo 3,2,1 ora, ma sai che …

Scoprirai presto che devi prima mettere a fuoco, quindi tenere premuto il pulsante di scatto a metà, poi dare il comando all’assistente e appena lascia la fragola, premere affondo immediatamente il pulsante. Se aspettassimo di vedere la fragola nel mirino, sarebbe troppo tardi.

Il movimento è molto veloce e questa volta lo scatto continuo non ci aiuterà.

E per motivare tutti i fotografi, anche quelli che non hanno una reflex, ho pensato: “questo si può fare anche con il cellulare”.

E si può. Ho preso il mio iPhone 11 Pro e ho chiesto a Filip qualche altro tentativo. Per la precisione, molti altri tentativi. Con il telefono c’è bisogno di fortuna. Ci vuole pazienza prima che una foto esca come questa qui sotto.

Se avessi voluto avere una fragola nitida, avrei sicuramente dovuto andare da qualche parte con più luce.

Gocce d’acqua (o latte)

Esattamente la stessa procedura che ho descritto per scattare le foto di frutta al volo, puoi adoperarla per scattare gocce. Solo che il tuo assistente terrà il contagocce e gocciolerà invece di far cadere la frutta. Oppure puoi lasciare gocciolare il tuo rubinetto.

Questa volta ci siamo trasferiti sul pavimento vicino alla portafinestra, dove c’era più luce. Ho messo il latte in una flacone vuoto per il collirio e l’ho dato a Filip e il suo compito era di gocciolare nel caffè.

L’obiettivo era quello di fotografare una goccia bianca contrastante sul caffè nero (quindi non ci sono stati molti tentativi, il caffè logicamente dopo un certo numero di gocce non è più nero ). La fotocamera era impostata su 1/2500s, diaframma F = 2.8 e ISO = 3200.

La procedura è davvero identica a quella della frutta, ma richiede solo un po’ più di pazienza.

Se dovessi girare di nuovo la scena, procederei diversamente. Invece di questa prospettiva, scatterei di nuovo il bicchiere da un lato, come con la frutta. Lo riempirei di caffè fino all’orlo e scatterei le gocce mentre spruzzano sopra il bicchiere. Sarebbe molto più facile mettere a fuoco di così. E avrei scelto lo sfondo nero. Ciò avrebbe messo il latte ancora più in evidenza.

Allora cosa provare (sempre allo stesso modo) per scattare foto, ad esempio, mentre verso del vino? O quando getto del ghiaccio nel caffè oppure, questa volta, una mora nella panna? 😉

Quindi, prendi la fotocamera e prova.

Fammi sapere quanto ti è piaciuto l’articolo e condividilo usando il pulsante qui sotto. Fai sapere ai tuoi amici 😉

Comments
  1. smarry_d says:

    Great article! Thank you for your reccomendation

Add comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I tuoi dati personali verranno utilizzati solo per l'elaborazione di questo commento. Dichiarazione sulle regole in materia di protezione dei dati personali