jazyk italština   jazyk čeština   jazyk němčina   jazyk němčina   jazyk polština   jazyk španělština   jazyk němčina

Vuoi fare bellissime foto? Dai, allora resisti!

L’attesa non è consentita. Viviamo in un’epoca in cui abbiamo quasi tutto immediatamente. Ti piace una nuova fotocamera o obiettivo? Nessun problema. Li ordiniamo oggi e domani o oggi stesso li abbiamo.

Vuoi qualcosa da mangiare? Certo, facciamo pochi passi e abbiamo a disposizione tutto ciò che ci viene in mente. Manzo, pollo, verdure, fragole, lamponi sia in estate che in inverno…

Abbiamo bisogno di informazioni? O vogliamo parlare con qualcuno? Tiriamo fuori il cellulare e abbiamo entrambi.

E quindi non sorprende che gli sposi ci chiamino il giorno dopo il servizio fotografico per chiederci se già abbiamo alcune foto.

Ebbene, se va avanti così, la sposa chiederà presto la consegna delle foto del matrimonio prima del matrimonio.

Ma tutto questo progresso ha anche un grande svantaggio.

Più è ovvio per noi avere tutto e subito, e più siamo impazienti, quando non ce l’abbiamo. E così, questa nostra comodità, diventa anche il motivo più comune per cui molti fotografi smettono di fotografare.

Cosa succede quando un fotografo acquista una macchina fotografica

Forse l’hai affrontato tu stesso. Hai deciso di acquistare una fotocamera. Quindi hai iniziato a cercare quale potesse essere la migliore. Ed è del tutto possibile che quando l’hai comprata, hai visionato anche le foto fatte con essa. Bellissime foto perfette.

Non vedi l’ora di avere una macchina come quella! E non vedi l’ora di scattate anche tu foto come quelle!

Hai ordinato rapidamente la fotocamera, l’hai tolta dall’imballo il secondo giorno e sei uscito sul campo il terzo giorno (alcuni a cui piace leggere i manuali sono andati solo il quarto giorno).

La sera, hai scaricato le foto, acceso la TV, acceso candele, versato vino … semplicemente ti sei messo a tuo agio e non vedevi l’ora di proiettare le splendide foto che ti aspettavi dalla fotocamera.

Che succede? Questa meraviglia non c’è? Cambia il programma!

Le foto fatte da te non sono assolutamente come quelle che hai visionato prima di acquistare la fotocamera. Sono anche peggiori di quelle che hai scattato con una compatta la scorsa settimana!

Ti chiedi per un momento se la fotocamera è a posto. Il sensore andrà bene?

O l’obiettivo è difettoso? Non dovresti invece reclamare?

(A proposito, ho sperimentato esattamente la stessa cosa – più volte – di recente quando ho acquistato una fotocamera GoPRO. Quel video di prova sembrava davvero fantastico! La gamma dinamica, i colori, il movimento fluido! Indovina quali sono stati i miei primi scatti con questa fotocamera)

Poi comunque ti calmi e arrivi alla conclusione che probabilmente hai sbagliato a impostare il tuo nuovo gioiello. Quindi decidi di dargli un’altra possibilità.

Alla macchina e a te stesso.

Alcuni che non hanno letto i manuali ora li apriranno, altri leggeranno parte dell’articolo e altri andranno a dormire pensando di riprovare presto.

E così il tempo passa, l’intera scena si ripete regolarmente, solo che gli intervalli tra i giorni, quando si esce in campo con la fotocamera, si allungano notevolmente.

Molti fotografi rinunciano al loro percorso solo a pochi passi dal loro traguardo

E qui finisce tutta la storia. Eh sì, un gran numero di fotografi finisce qui. Non vogliono aspettare.

Vogliono avere foto bellissime subito. Ecco perché hanno acquistato la costosa fotocamera. Dopo un periodo in cui falliscono, giungono alla conclusione che non è per loro, che non hanno il talento e che non hanno il tempo per quello…. e mettono la fotocamera nel dimenticatoio (per capirci in qualche posto in alto nell’armadio perché può sempre servire un giorno).

E chissà, forse bastava poco per arrivare. Ma questi fotografi non lo sapranno mai.

Quindi, quando hai voglia di buttare tutto all’aria il fotografare, quando ti sentirai completamente impotente, ricordati questo articolo.

È allora che viene presa la decisione. In quel momento le carte cambiano. Ogni fotografo di successo ha vissuto tutto questo. E anche diverse volte. Ti arrenderai o persevererai?

Gli inizi sono le cose più difficili che incontrerai in fotografia

Oggi potresti avere difficoltà con il diaframma, il tempo, gli ISO o la messa a fuoco da scegliere, potresti non essere in grado di concentrarti al 100% sulla composizione perfetta e senti che più ci pensi e peggiori sono i risultati che ottieni.

È come una automobile. All’inizio, infatti, non sapevamo quando cambiare le marce, dov’era esattamente la leva e ci siamo spaventati.

Dopo un po’ di tempo, abbiamo automatizzato tutto. Non pensiamo più al cambio delle marce. Quando vogliamo accendere la radio, la mano fa automaticamente qualcosa e la radio suona. Vediamo persino ciò che non abbiamo visto prima. Con le mani pensavamo solo al volante e oggi guardiamo invece anche le altre macchine in giro e riusciamo a reagire quando si comportano in modo imprevedibile.

È lo stesso con la fotografia. Anche lì tutto sarà connesso e automatizzato. Alla fine, arrivi ad estrarre la fotocamera e a concentrarti solo sulla scena che stai riprendendo.

Non penserai più affatto al diaframma, all’ISO o alla velocità dell’otturatore. cioè la tua mano farà semplicemente qualcosa e la foto sarà fantastica. Ce la farai! Non lo so se sarà tra una settimana o un anno, ma quel momento verrà. Però se perseveri.

E sai una cosa?  Per farti progredire in fotografia ​​più velocemente possibile e perché il tuo percorso sia il più semplice possibile, ti ricontatterò presto con qualche trasmissione online

Comments
  1. Mariarosa says:

    Esattamente…proprio come descritto…anche perché i manuali sono troppo tecnici e non spiegano in modo comprensibile le varie possibilità della fotocamera.

  2. Marina Chicco says:

    Sacrosanta verità!

Add comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I tuoi dati personali verranno utilizzati solo per l'elaborazione di questo commento. Dichiarazione sulle regole in materia di protezione dei dati personali